Test Stress Ossidativo

Misurazione dello Stress Ossidativo – Try Layer Blood Test

Cos’è lo stress ossidativo?

Lo stress ossidativo costituisce un capitolo relativamente recente della biochimica che, probabilmente
per il suo carattere di “trasversalità” o “interdisciplinarietà”, non ha ancora trovato una sua adeguata e
soddisfacente collocazione in medicina.
Inquinamento ambientale, fumo di sigaretta, alimentazione scorretta, abuso di bevande alcoliche, esercizio fisico inadeguato, assunzione cronica di farmaci, infezioni, … sono solo alcune delle cause del cosiddetto stress ossidativo.
Lo stress ossidativo è una forma di “stress chimico” indotto nel nostro organismo da uno squilibrio fra la produzione e l’eliminazione di una serie di agenti ossidanti, fra i quali spiccano i cosiddetti “radicali liberi”.
I radicali liberi svolgono importanti funzioni – quali l’eliminazione di batteri patogeni, la regolazione della pressione arteriosa, la trasmissione dei segnali, – ma, quando in eccesso, possono aggredire molecole biologiche vitali, quali i lipidi delle membrane cellulari, le proteine enzimatiche e persino il DNA, depositario dell’informazione genetica.
Ne consegue un danno che, se non prontamente riparato, favorirà la comparsa o accelererà la progressione di malattie molto comuni, quali l’ipertensione arteriosa, l’aterosclerosi, l’infarto, l’ictus, il morbo di Parkinson, la demenza di Alzheimer, la colite ulcerosa, la pancreatite, l’obesità, il diabete, la bronchite cronica, l’artrite reumatoide, alcuni tipi di tumori, ecc.
Inoltre, un aumento dei radicali liberi – non di rado secondario ad una carenza di antiossidanti, peraltro ampiamente presenti nella frutta e nella verdura – può favorire l’invecchiamento precoce dell’organismo.
E’ noto, infatti, che un’accentuazione dei processi ossidativi, di cui è spesso espressione un’aumentata
produzione di radicali liberi, può accelerare il fisiologico processo dell’invecchiamento e risulta associata ad
almeno 50 patologie, I radicali liberi sono coinvolti direttamente nel danno cellulare e tissutale che si riscontra nella malattia aterosclerotica, nel diabete mellito, nelle malattie su base infiammatoria, in corso di tumori e in alcune epato- e broncopneumopatie. In generale, tuttavia, non vi è patologia umana nella quale non sia documentabile un qualche ruolo patogeno delle specie reattive dell’ossigeno nefropatie, endocrinopatie, malattia di Alzheimer, malattia di Parkinson, colit , e tante altre patologie degenerative.

test0

test1

 

 Come si effettua il Test dello Stress Ossidativo ?

La tecnica avviene attraverso una procedura chiamata Dry Layer Test dello stress ossidativo. È molto semplice. Una goccia di sangue dalla punta del dito viene posto su un vetrino in una serie di strati. Dopo di che vengono osservate al microscopio. Il sangue è un indicatore della nostra salute e dove i radicali liberi e i mitalli pesanti sono interessati, la loro attività incide sulla morfologia sangue. Per dirla molto semplicemente, quando i radicali liberi attaccano le cellule del organismo causano un danno. Il tessuto che si trova tra le cellule e li tiene insieme è l’interstizio, o matrice extracellulare.Attraverso attacchi dei radicali liberi, le cellule vengono danneggiati, l’attività enzimatica si altera, e la matrice extracellulare che circonda le cellule diventa compromessa ; e cosi inizia un processo infiammatorio cronico degenerativo fino ad un processo Tumorale .
Leggere gli strati secchi di sangue è come leggere una macchia di inchiostro.Può essere molto indicativo e significativo per conoscere lo stato generale della propria salute.
Il sangue di una persona sana è uniforme nella coagulazione, e strettamente interconnesso. Al contrario un individuo con problemi di salute ed eccesso di attività dei radicali liberi,il profilo dei strati emati sarranno scollegata, mostrando pozzanghere di bianco (noto come pozzanghere proteine ​​polimerizzate). Più è grave la malattia più aumenta il grado della disconnessione dei strati ematici .

test2

L’immagine a sinistra è uno strato essiccato di sangue di un individuo sano. Notate come è interconnesso con il nero linee di collegamento. Le linee di interconnessione neri è una rete di fibrina. Questo è fibrinogeno, uno dei costituenti delle proteine ​​del sangue. Il rosso in-tra le linee nere sono i globuli rossi. L’immagine a destra è di un individuo che ha una malattia degenerativa dunque nota come il sangue non riesce a coagulare completamente e ha molte aree bianche. Queste sono le pozzanghere di proteine ​​polimerizzate i quale riflettono lo stress ossidativo. Essi rappresentano la degradazione della matrice extracellulare del corpo causato dall’ attività di radicali liberi , perciò questo test può essere utilizzato come riferimento rapido per misurare e quantificare la gravità dello stato di salute del intero .

PI: 00836060293   Created by Digital Shock Informatica

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi